Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Tornano le coppe: prima chiamata per Lazio, Milan e Roma

Tornano le coppe: prima chiamata per Lazio, Milan e Roma

Ottavi Champions e play off Europa League, è eliminazione diretta

ROMA, 12 febbraio 2024, 15:49

Redazione ANSA

ANSACheck

Maurizio Sarri - RIPRODUZIONE RISERVATA

Maurizio Sarri -     RIPRODUZIONE RISERVATA
Maurizio Sarri - RIPRODUZIONE RISERVATA

Tornano le coppe, ed e' eliminazione diretta. La pausa invernale è finita per le italiane impegnate in Europa, pronte a rimettersi in gioco per andare il più avanti possibile, senza però distrarsi dalla lotta in campionato che più facilmente apre le porte ai ricchi tornei continentali.

Lazio in Champions League, Milan e Roma in Europa League sono le prime chiamate all'appello, mentre sempre in Champions Inter e Napoli giocheranno per gli ottavi la settimana successiva, quando rossoneri e giallorossi concluderanno l'impegno dei playoff.

E sarà proprio la squadra di Maurizio Sarri, mercoledì prossimo, ad affrontare l'ostacolo più ostico, il Bayern Monaco. L'urna è stata più clemente con l'Inter, che se la vedrà con l'Atletico Madrid - in difficolta' in questa fase della stagione, e con Morata a rischio stop - e non ha sorriso al Napoli, opposto al Barcellona. I bavaresi sono una corazzata che segna valanghe di gol Harry Kane ma arrivano alla partita di mercoledì con l'ombra del pesante 3-0 subito sabato a Leverkusen. Tuchel è stato contestato dai tifosi e anche alcuni giocatori sembrano con i nervi a fior di pelle dopo il sorpasso operato in campionato dal Bayer. Il doppio confronto avvantaggia per il superamento del turno i tedeschi, che difficilmente sbagliano due partite di fila, ma il risveglio di Immobile - 200 gol in serie A raggiunti sabato - può dare la scossa ai biancocelesti.

Tre anni fa, nell'ultimo incrocio in Champions con la Lazio. la squadra tedesca vinse 4-1 all'Olimpico e 2-1 in casa. Gli ottavi di andata propongono tra martedì e mercoledì altre tre sfide - Copenaghen-Manchester City, Lipsia-Real Madrid e Psg-Real Sociedad - sulla carta non proprio equilibrate.

Guardando più in là, l'Inter schiacciasassi, come si è visto con Juventus e Roma, prenderà l'abbrivio dal campionato per poter superare l' insidioso ostacolo Atletico del Cholo Simeone. Il Napoli avrà invece bisogno di rimettere al centro del proprio gioco l'Osimhen reduce dalla coppa d'Africa per avere chance contro un Barcellona che ha tanta qualità. Fermare talenti come Pedri, De Jong, Gundogan, Joao Felix e Lamine Jamal non sarà facile, ma Mazzarri sta accelerando per rimettere in sesto gli azzurri.

La meno prestigiosa Europa League sarà il terreno di confronto per Milan e Roma. Ai rossoneri è toccato il Rennes del portiere Mandanda e dell'ex romanista Matic, attualmente settimo in Ligue 1 dove però da natale in qua ha messo insieme un bel filotto di vittorie. Non ci sono stelle nella squadra francese e un Milan dalla spina dorsale transalpina non può permettersi passi falsi dopo l'amara uscita dalla Champions e deve cercare di chiudere la pratica già nella gara di andata a San Siro. La Roma rivitalizzata da Daniele De Rossi se la vedrà col Feynoord del bomber messicano Gimenez, che tornerà all'Olimpico pochi mesi dopo la sfida dei gironi di Champions persa 1-0 contro la Lazio. La squadra del tecnico Arne Slot ha un andamento altalenante in campionato, dove è comunque seconda, ma la tradizione negli scontri diretti è a favore dei capitolini, con la finale di Conference League e la doppia sfida dei quarti di Europa League della scorsa stagione, i momenti clou del percorso giallorosso di Josè Mourinho.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza