Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Quando Amadeus e Fiorello chiedevano il pass per Sanremo

Quando Amadeus e Fiorello chiedevano il pass per Sanremo

Oltre 30 anni fa erano accreditati da Radio Dj per il Festival

12 febbraio 2024, 20:58

di Giorgiana Cristalli

ANSACheck

La foto del pass di Fiorello a Radio Dj - RIPRODUZIONE RISERVATA

La foto del pass di Fiorello a Radio Dj -     RIPRODUZIONE RISERVATA
La foto del pass di Fiorello a Radio Dj - RIPRODUZIONE RISERVATA

C'è stato un momento, oltre 30 anni fa, in cui Amadeus e Fiorello erano due dei tanti inviati delle radio private che chiedono un pass per poter seguire da vicino e raccontare il Festival di Sanremo. Paola Pezzolla, ufficio stampa e agente di tanti artisti, all'epoca era addetta all'ufficio pass.

Video Quando Amadeus e Fiorello chiedevano il pass per Sanremo

 

"Erano i Festival organizzati da Adriano Aragozzini, ad inizio anni Novanta. Riaprendo una valigetta che avevo sul soppalco, ho ritrovato, in mezzo a tante carte, il pass con la foto di un giovane Amadeus, con lo stesso sorriso ottimista di oggi. C'è scritto 'Radio Deejay, pass numero 234'. Quello di Fiorello era il numero 235 di quell'anno, a riprova che hanno sempre viaggiato a braccetto", dice sorridendo.

"Avevamo centinaia di richieste di accrediti. Daniela Piu si occupava dei pass di giornalisti e impresari, io delle richieste da parte delle radio e tv private italiane e internazionali ma in realtà rilasciavo alle emittenti pass praticamente inutili nel senso che non consentivano l'ingresso al Palafiori, palco del Festival nel '90, e all'Ariston, dal '91. Erano però piccoli trofei per tutti i ragazzi che, come Amadeus e Fiorello, amavano il Festival", conclude. E chi poteva immaginare che quei due ragazzi sarebbero saliti un giorno su quel palco scrivendo una delle pagine di maggior successo della storia del Festival con ascolti stellari.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza