Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

In Brasile Cirielli inaugura il polo culturale ItalianoRio

In Brasile Cirielli inaugura il polo culturale ItalianoRio

Taglio del nastro nel 150mo dell'immigrazione italiana

RIO DE JANEIRO, 21 febbraio 2024, 18:18

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Una vetrina per la cultura, l'arte e il design italiano nel cuore di Rio de Janeiro e un ponte per ampliare il dialogo e rendere più solidi i legami tra Italia e Brasile. Nasce con questi obiettivi il Polo Culturale ItalianoRio, inaugurato dal vice ministro degli Esteri Edmondo Cirielli, nel giorno in cui si commemorano i 150 anni dall'inizio ufficiale dell'immigrazione italiana in Brasile.
    Questo Polo culturale "rappresenta un'ulteriore occasione di vicinanza ai tanti connazionali e ai tanti discendenti di italiani in Brasile", ha spiegato Cirielli in occasione del taglio del nastro, alla presenza tra gli altri del segretario generale della Farnesina, Riccardo Guariglia, dell'ambasciatore italiano in Brasile, Alessandro Cortese, del console generale di Rio, Massimiliano Iacchini.
    "Cultura e arte - ha continuato il viceministro - rappresentano l'elemento centrale della nostra identità. E promuovendo arte e cultura facciamo anche marketing, perché promuoviamo il modo di vivere degli italiani, le nostre qualità e made in Italy".
    Cirielli ha rimarcato l'importanza della data simbolica dell'Immigrazione italiana in Brasile ricordando "che la storia delle relazioni tra Italia e Brasile è antica, iniziata già prima dell'arrivo della nave Sofia a Vittoria nel 1874, quando oltre cento italiani giunsero al seguito della napoletana Teresa Cristina di Borbone, che sposò nel 1840 l'imperatore portoghese Pedro II".
    Il Polo nasce dalla sinergia tra il Consolato generale d'Italia a Rio, l'Istituto Italiano di Cultura e l'Istituto Europeo di Design (Ied). L'esposizione "Dell'Architettura - presenza italiana nel paesaggio carioca", la prima inaugurata nello spazio, mostra gli scatti del fotografo Aristides Correa Dutra che ritraggono gli edifici più belli di Rio realizzati da architetti italiani. "Sono orgoglioso di essere qua a inaugurare questo spazio nel giorno giusto, il 21 febbraio, data significativa per i 32 milioni di discendenti di italiani in Brasile", ha sottolineato l'ambasciatore Cortese.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza