Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cdp-Eni, con l'acceleratore Zero sviluppate 30 startup cleantech

ANSAcom

Cdp-Eni, con l'acceleratore Zero sviluppate 30 startup cleantech

ANSAcom

In collaborazione con Eni

Dall'efficientamento energetico ai nuovi materiali

Roma, 20 febbraio 2024, 08:35

ANSAcom

ANSACheck

Cdp-Eni, con l 'acceleratore Zero sviluppate 30 startup cleantech - RIPRODUZIONE RISERVATA

Cdp-Eni, con l 'acceleratore Zero sviluppate 30 startup cleantech - RIPRODUZIONE RISERVATA
Cdp-Eni, con l 'acceleratore Zero sviluppate 30 startup cleantech - RIPRODUZIONE RISERVATA

ANSAcom - In collaborazione con Eni

Nel primo triennio di attività di Zero, l'acceleratore cleantech della rete nazionale di Cdp, sono trenta le startup di cui è stato accompagnato lo sviluppo, selezionate tra oltre 850 candidature da oltre 50 Paesi, e hanno raccolto complessivamente oltre 3 milioni di euro. Sono questi alcuni dei risultati illustrati da Cdp Venture Capital e del main partner Eni, attraverso la sua scuola d’impresa Joule, all'evento “Demo Day: 3 years of impact innovation”. In particolare nella terza edizione di Zero sono state 11 le startup accelerate, con soluzioni innovative che spaziano dall’efficientamento energetico di spazi e ambienti, allo sviluppo di nuovi materiali dagli scarti industriali, sino all’implementazione delle comunità energetiche e alla certificazione ESG. “Zero ha inaugurato la Rete nazionale acceleratori, una infrastruttura di innovazione che oggi conta 18 Acceleratori operativi e uno in rampa di lancio su tutto il territorio, che hanno complessivamente contribuito allo sviluppo di 300 nuove imprese e aggregato più di 185 fra partner e investitori nei mercati più strategici per il Paese”, commenta l'amministratore delegato e direttore generale di Cdp Venture Capital, Agostino Scornajenchi. “In questi tre anni di attività nell’ambito del programma di accelerazione – dichiara l'head of Joule, la scuola di Eni per l’impresa, Mattia Voltaggio - abbiamo visionato oltre trenta startup operanti in ambito cleantech e avviato cinque accordi di sperimentazione con le linee di business Eni, in diversi settori. Abbiamo avuto modo di coinvolgere sempre le nostre persone nelle fasi di selezione, mentoring e di test delle soluzioni, producendo un positivo effetto di 'osmosi' in termini di sviluppo tecnologico ma anche di mindset imprenditoriale”. "Lo abbiamo fatto inoltre - aggiunge Voltaggio - all’interno di un luogo iconico, quello del Gazometro di Roma Ostiense, che Eni ha iniziato a trasformare nel Rome Advanced District, uno spazio di sperimentazione tecnologica sulle nuove filiere energetiche”. Assieme a Cdp Venture Capital, co-investono nelle startup accelerate LVenture Grou e il consorzio di Elis, che curano anche il programma di accelerazione. “Zero è un catalizzatore per lo sviluppo delle startup in un ambito, il cleantech, cruciale per la transizione ecologica e digitale del nostro sistema produttivo. Un ecosistema ideale che unisce istituzioni, investitori privati e grandi aziende con l’obiettivo di supportare la crescita della nuova impresa tecnologica e sostenibile”, ha affermato il ceo di LVenture Group, Luigi Capello. “Il progetto Zero ha permesso d’integrare competenze tecniche, test, validazione di business model, co-innovazione e strategie di Venture Capital innovative. Ha puntato a creare soluzioni ad alto impatto, pronte per il mercato e l'applicazione sui territori”, ha affermato l'Head of Strategy & Innovation di Elis Innovation Hub, Luciano De Propris.

ANSAcom - In collaborazione con Eni

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza